© 2016 by ANDREA SE PERSO

  • b-facebook
  • Twitter Round
  • Instagram Black Round

UNO SGUARDO IN ALTO VERSO IL CIEL, ED UNO IN BASSO SUL PARCO GUELL.

October 16, 2015

Il Parc Guell è uno dei posti più belli e interessanti di tutta barcellona; questo è un posto magico che dev'essere assolutamente visitato.

Ubicato lungo le colline di El Carmel ,nel 1984 è stato dichiarato patrimonio dell' UNESCO, proprio per la sua bellezza in cui si conciliano arte e natura. L'intero parco è un posto quasi surreale, per le forme bizzarre delle case e dai tantissimi colori riprodotti che vanno a sfumare con la vegetazione circostante.

La costruzione del parco è stata commissionata da Eusebi Guell in favore dell'artista più rappresentativo di Barcellona Antoni Gaudì , al quale era stato affidato il compito di creare una zona isolata dal caos della città, immersa nel paesaggio naturale, senza danneggiarlo, adatta  all'aristocrazia catalana.

Gaudì quindi con la sua estrosità ha cercato di creare un tutt'uno tra natura e opere d'arte, inserendo molto spesso nelle sue costruzioni elementi naturali (come foglie,alberi, fiori, o comignoli a forma di funghi)e animali.

Dopo aver iniziato i lavori con la costruzione di alcuni edifici il progetto risultò un fallimento e fù abbandonato per la mancanza di acquirenti delle singole case, fino a quando nel 1922 il comune di Barcellona acquistò l'intero parco e divenne aperto al pubblico.

 

 

l'ingresso del parco è molto suggestivo, con due case fiabesche che per le loro forme ricordano quelle dolci e zuccherate di hansel e Gretel, pronte ad accogliervi.

 

 

 

 

 

 

Proseguendo ci si trova al cospetto della grande scalinata, con al centro la salamandra in ceramica ricoperta da mosaico.

 

 

 

 

 

 

La scalinata conduce alla sala Ipostilia o stanza delle 100 colonne , anche se  effettivamente sono 85, e dove sul soffitto sono raffigurati 4 grandi rosoni che rappresentano le stagioni e altri 14 più piccoli che rappresentano il ciclo lunare.

 

 

 

 

 

 

 

 Queste colonne sono ben diverse, da quelle a forma di albero o di stalattiti, usate per sostenere

i cammini che uniscono i diversi livelli del parco.

 

 

 

 

 

 

 

Al di sopra della sala delle 100 colonne, si trova il grande piazzale conosciuto anche come teatro greco, dove si può godere della splendida vista dall'alto di Barcellona e dove ci si può sdraiare sulla panchina ondulata a serpentina lunga 150 metri, costruita con la collaborazione di Jose Maria Jujol, interamente ricoperta da piastrelle coloratissime con la tecnica del trencadis.

 

 

 

 

 

 

 

Infine all'interno del parco è presente anche la casa in cui Gaudì, visse gli ultimi istanti della sua vita e divenuta oggi , un museo in suo onore, in cui sono stati  messi in mostra alcuni dei  suoi mobili, dei suoi disegni e dei suoi oggetti personali.

 

Per la sua posizione e dimensione è necessaria almeno mezza giornata per visitarlo; io mi sono già perso al suo interno e voi che aspettate a farlo?

 

Gli orari d'apertura sono :

dal 25 ottobre al 23 marzo: 8.30-18.00

dal 24 marzo al 19 ottobre: 8.00-21.30

 Il costo del biglietto è di 7 € per gli adulti

 Per i bambini dai 7 ai 12 anni come per gli over 65 di 4,90 € a differenza dei bambini inferiori ai 6 anni il cui ingresso è gratuito.

 

 

Please reload