© 2016 by ANDREA SE PERSO

  • b-facebook
  • Twitter Round
  • Instagram Black Round

Il DESERTO DI DUBAI

May 23, 2016

 

 

"Dune e dune di sabbia

che si susseguono fino all'orizzonte,

la tua aria e il tuo calore

fan pensare al regno di Caronte,

ma guardando questo cielo

e il mio sorriso,

sarei più propenso

a pensare al paradiso."

 

 

 

Sarebbe una cosa folle volare fino a DUBAI, senza a vedere il suo splendido deserto.

Un occasione unica per poterlo visitare è quella di acquistare una delle tante escursioni.

Le quali offrono più o meno tutte lo stesso programma, ma che vengono proposte a prezzi differenti.

Il programma della mia escursione era questo:

 

Nel primo pomeriggio ecco che arriva il Pick- ap dai vetri oscurati nel parcheggio del mio hotel, con altre persone a bordo.

Dopo una camminata di  circa un’ora,

si ferma per la prima sosta all’ interno di un circuito di quad nel bel mezzo del deserto.

Chiaramente non è il deserto che voglio vedere io,

quello che mi ha fatto sognare per giorni, prima della mia partenza,

quello che vedevo nelle immagini di google,

quello in cui volevo mettere piede e fotografare la sua straordinaria bellezza ,

ma è stata un ottima occasione per poter girovagare con questo mezzo,

sgommando e sfrecciando da una parte all’altra,

con alcune pause dove mi rinfrescavo sorseggiando latte di cocco.

Dopo questo giro in quad, finalmente fuori dal mio finestrino il paesaggio inizia a cambiare,

inizio a vedere la sabbia mutare il suo colore e la sua densità,

inizio a vedere le dune, quelle vere!!

 

Non faccio in tempo ad essere contento di questo,

che mi ritrovo sballottato da un lato all’altro del sedile,

poichè era appena iniziato il rally sulle dune.

Una serie di Sali e scendi dalla vette di sabbia piu alte,

discese da vuoto nello stomaco e sgommate in salita aumentano la mia adrenalina per circa mezzo’ora.

Quando si ferma questa giostra,

sento un leggero senso di confusione e stordimento che passa d’un tratto,

quando apro il mio sportello per scendere.

 

Gli occhi  luccicano, accecati da quel dorato, accecati da tanta bellezza.

Non è un sogno!

Finalmente quello che volevo vedere da tempo.

Solo dune e dune che  spaziano all’ infinito sino all’ orizzonte.

In questi istanti le parole servono a poco,

mi godo quel momento davanti ad uno degli spettacoli più belli della natura,

riflettendo e ringraziando il cielo dell’opportunità.

Successivamente inizio a viverlo correndo,rotolando e saltando nella sabbia, FELICE COME UN BAMBINO

 

Dopo essermi sfogato abbastanza,

Arrivano alcuni Arabi con dei cammelli, con i quali ci invitano a montarci sopra.

(Devo dire che non è stata male la camminata, anche se ho dovuto tenermi con forza per non cadere dalle gobbe.)

Quest'ultima termina con l’arrivo presso  un campo tradizionale Berbero,

dove posso assaggiare la cucina tipica del posto;

e tra polpette di riso e spiedini di carne mi godo la rappresentazione di una danza orientale.

Una volta finito lo spettacolo è gia buio e si è fatta ora di rientrare,

a malincuore saluto questo stupendo posto.

Ma è sempre con un Arrivederci, mai con un Addio!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Please reload