© 2016 by ANDREA SE PERSO

  • b-facebook
  • Twitter Round
  • Instagram Black Round

IL VILLAGGIO DELLE DONNE GIRAFFA

October 25, 2017

 

A nord della Thailandia quasi al confine con il Myanmar, esiste un villaggio molto particolare.

Uno di quei villaggi che vedi in televisione, o nei documentari del National Geographic,

che sembrano isolati dal resto del mondo.

La particolarità di questo villaggio, è che le donne che ne fanno parte,

indossano fin dalla tenera età, degli anelli intorno al collo,

che con il passare del tempo lo allungano.

Da questo deriva infatti il nome Long neck . (collo lungo)

 

Per questo motivo durante il mio viaggio, ho fatto tappa a Chiang Rai,

paese nel nord della Thailandia, da dove partono le tantissime escursioni verso il villaggio.


Ascoltando la storia di questo posto,

ho scoperto che gli anelli non sono obbligatori da indossare.

Inoltre, secondo la leggenda, venivano utilizzati per proteggere le donne dagli attacchi delle tigri,

quando gli uomini le lasciavano da sole per andare a caccia.

La verità invece, è che molte di queste,

continuano ad utilizzarli per mantenere viva la tradizione e conservarne la bellezza.

Di tanto in tanto si liberano dalla morsa di questi anelli, per poterli cambiare o pulire,

Ma la cosa singolare è che, per il peso che questi esercitano sulla clavicola,

questa si abbassa riducendo il busto e dando l’impressione di un collo più lungo.

 

Una volta arrivato sul posto però,

l'’euforia iniziale  si trasformò in delusione.

Il villaggio era pieno di turisti e le donne si prestavano a mettersi in posa,

dietro le loro bancarelle di souvenir.

Era tutto molto organizzato. Troppo!

Ed io che pensavo di poter  immortalare qualche sguardo rubato o momenti di vita quotidiana.

 

Questo posto oramai, è ben lontano dalla tradizione che conservava un tempo.

Ed anche se è davvero un posto insolito per gli occhi di un occidentale,

vedere queste donne, protagoniste degli obbiettivi dei turisti,

sopravvivendo, dalla vendita delle loro mercanzie,

non riesce a trasmettermi un forte  entusiasmo.

 

Questo, purtroppo, è l'ennesimo esempio di un posto unico e autentico che si lascia commercializzare,

divenendo merce, esso stesso,

cercando di aumentare il valore del profitto legato al dio denaro,

ma perdendo quel valore di popolo unico e genuino.

 

 

 

La ricerca dell’autenticità continua…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Please reload